Pubblicato da: miclischi | 4 luglio 2017

Milena Agus: il cammino di Felicita verso la felicità

Uscito nel maggio 2017 da Nottetempo

Al lettore fedele e appassionato dei brevi romanzi sardi di Milena Agus, l’inizio di questo nuovo libro del 2017 – Terre promesse – lì per lì apparve meno riuscito dei precedenti. Una prosa un po’ piatta, quasi dimessa, che si limita aridamente a raccontare (brevemente, in brevi capitoli) il succedersi dei fatti. Poi però, quasi senza rendersene conto, il lettore si trova a divorare il romanzo di pagina in pagina, di capitolo in capitolo, come posseduto da una irrefrenabile voglia di scoprire sempre cosa viene dopo. La prosa e la storia si fanno via via sempre più avvincenti. E vincenti.

C’è la Sardegna, ci sono i legami familiari, ci sono le ambientazioni urbane e rurali. C’è l’emigrazione, ci sono i viaggi, ci sono i sentimenti. E, a far da sfondo, questo desiderio – conscio o inconscio – di trovare una terra promessa. Una delle tante terre promesse. Che sia in continente o in Sardegna, oppure dall’altra parte dell’oceano, ma anche in un appartamentino squallido nel quartiere degli immigrati. Oppure che la terra promessa sia in realtà un pezzetto di costa in riva al mare, così vicino da poterlo toccare, da potercisi bagnare i piedi, eppure mai visto prima.

Ma la terra promessa di Felicita, la protagonista della storia, quella terra promessa che la porterà davvero alla felicità, lei la cerca e la trova dentro di sé. Nel suo approccio alla realtà, ai luoghi, alle persone. Nel suo spontaneo accettare quel che viene, eppure imponendo sempre la propria volontà di agire secondo le proprie idee.

Un libro pieno di fascino, di sfaccettature colorate in mille tonalità, con una chiusa davvero fenomenale. Anche stavolta Milena Agus non ha deluso. Anzi!

Milena Agus: Terre Promesse. Edizioni Nottetempo, 2017. 210 pagine, 15,50 Euro.

 

Annunci

Responses

  1. molto bello il tuo commento. La prosa della Angus è proprio come l’hai descritta. Il tema poi che attraversa il romanzo è di quelli importanti, essenziali..
    Ciao!

  2. p.s.Agus, of course:-)


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: