Pubblicato da: miclischi | 25 marzo 2017

Yuja Wang ammalia il pubblico della Pergola

Yuja Wang a Firenze: trionfo.

I bis. Sette bis. Non s’erano mai visti sette bis. Concordano tutti i coinquilini del palchetto al Teatro della Pergola di Firenze. Alla fine del suo concerto con musiche di Chopin e Brahms, la pianista Yuja Wang viene osannata dal pubblico entusiasta e ripetutamente si esibisce in bis in cui alterna pezzi di clamoroso virtuosismo acrobatico a brani più calmi e intimisti. Quando si siede per il quarto (o era il quinto?) bis, dal pubblico viene un grido: Gluck!. La pianista annuisce e attacca un brano dall’Orfeo e Euridice, quello che suona al flauto dolce Isabella Rossellini nel film Il prato dei fratelli Taviani. Alla fine proprio questo placido e struggente brano sarà quello che più colpisce fra quelli dei bis.   Al ritorno della Wang in scena, il pubblico si scatena ancor di più e piovono le richieste. Uno grida: Rachmaninoff! E lei, sta al gioco: accenna le prime note della cantilena iniziale del Rach 3, ma smette subito. Il pubblico aizzato insiste: Scarlatti! Dvorak!… Etc. Par d’essere a una karaoke bar, oppure ai tempi della prime radio libere quando gli ascoltatori telefonavano per farsi metter su questa o quella canzone. Finché la sala si zittisce e lei fa di testa sua. Fra il sesto e il settimo bis non si prende neanche la briga di uscire di scena, forse per risparmiarsi i rischi dell’arduo montare e scendere dal gradino del palco con i suoi tacchi vertiginosi. Dopo il settimo bis, esausta, la pianista si è ritirata fra gli applausi insistenti.

I vestiti. Tre vestiti. E’ risaputo che Yuja Wang ci tiene al design, e per questa occasione ha sfoggiato tre mises: abito lungo e marrone – quasi da sacerdotessa africana – con trasparenze sulle gambe e tacchi vertiginosi per Chopin (i tacchi e il velo semitrasparente si sono un po’ intralciati durante l’esecuzione). Corto e scollato, verde con schiena nuda e geometrie assortite per Brahms (con i soliti tacchi). Sobria (!) pelle nera per gli autografi nel foyer.

La musica. Si comincia con i 24 preludi op. 28 di Chopin per continuare, dopo l’intervallo, con le variazioni di Brahms su un tema di Haendel. Tocco leggero e preciso, interpretazione impeccabile, agilità mostruosa. Pareva però che lo Steinway sforzasse un po’ nel registro grave, specie quando saliva il volume sonoro. Per questo sono risultate particolarmente godibili le parti di grande agilità ma suonate con delicatezza e a volume basso. Yuja Wang ha dimostrato una padronanza totale della tastiera e una grande forza interpretativa, specie  nel ripetuto alternarsi di parti delicatissime e veementi.

L’autografo sul libretto del CD “Sonatas & Etudes” con musiche di Chopin, Ligeti, Scriabin e Liszt. Fotografia di Felix Broede.

Autografi. Dopo il concerto la Wang è scesa nel foyer per farsi acclamare dal pubblico festante e per sottostare pazientemente al rituale degli autografi sui CD che erano in vendita per l’occasione. Esausta ma felice, ha mostrato – finalmente – il suo lato umile e dimesso, quasi modesto e più umano, rispetto a quello da super-eroe che aveva sfoggiato sul palco. Anche quando qualcuno, in mezzo al marasma, le chiedeva una dedica e le faceva lo spelling del nome…

Che bel concerto, che bella interprete, che bel pomeriggio a teatro!

Per la cronaca 1: Pochi giorni prima di questo concerto, l’11 e il 12 marzo,  proprio i preludi di Chopin erano stati oggetto di pregevoli Lezioni di musica su Radio Tre. Il podcast si può scaricare qui.

Per la cronaca 2: Youtube pullula di video con le performance di questa pianista. Qui c’è il primo preludio di Chopin. Una ricerca dei suoi concerti mostrerà un sacco di perle musicali, per esempio questa, dove si esibisce con quattro percussionisti.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: