Pubblicato da: miclischi | 1 luglio 2015

Werner Heisenberg secondo Jérôme Ferrari: angoscia

Uscito nel 2015 da Actes Sud

Uscito nel 2015 da Actes Sud

In questi anni fitti di rievocazioni della grande guerra 14-18, Jérôme Ferrari si sofferma invece sul secondo conflitto mondiale; o meglio su uno dei suoi personaggi forse marginali, ma importante, e ricordato soprattutto per altro.

Si tratta di Werner Heisenberg, fisico tedesco classe 1901 che si guadagnò il Nobel per la fisica nel 1932 per la creazione della meccanica quantistica, la cui applicazione, tra le altre cose, ha portato alla scoperta delle forme allotrope dell’idrogeno.

In particolare, il suo Principio di indeterminazione afferma che la misura simultanea di due variabili coniugate, come posizione e quantità di moto oppure energia e tempo, non può essere compiuta senza un’incertezza ineliminabile.

Dunque Il principio (Le principe), che è proprio il titolo di questo libro dello scrittore còrso, uscito dall’editore arlesiano Actes Sud in questo primo scorcio di 2015.

In virtù delle sue conoscenze in tema di fisica atomica, Heisenberg fu coinvolto dal regime nazista nel gruppo di scienziati che cercavano applicazioni militari dell’energia nucleare. Suo malgrado? Per disattenzione? Convinto? Sabotatore del programma? Ferrari lascia intravedere tutte queste sfumature in una prosa che per una volta si fa contorta e pesante.

Quasi il suo scopo preciso fosse proprio quello di trasmettere la difficoltà del pensiero, l’ansia, l’angoscia.

Werner Heisenberg

Werner Heisenberg

Non ci sono, tranne che in poche, luminose pagine, tracce della sua narrazione fluida e piacevole, magari anche nel narrare la tragedia o il terrore. Questa prosa non è per niente piacevole, né cerca di esserlo. Periodi lunghissimi e contorti, paginate e paginate senza un capoverso, frasi che stentano a trovare un bandolo…

Davvero, se voleva trasmettere il tormento del pensiero di Heisenberg, ci è riuscito benissimo.

Questo librino piccolo – quasi un messale – inusitatamente di forma oblunga (o quella?) brilla solo occasionalmente dei lampi ferrariani cui ci avevano abituato altri suoi precedenti romanzi. Ma alla fine, miracolosamente, rimane la sensazione di aver letto un libro importante. Triste, pesante, angoscioso. Ma pur sempre un libro importante.

Per la cronaca 1Jérôme Ferrari: Le principe. Actes Sud, marzo 2015. 176 pagine, € 16,50. Qui si può leggere l’inizio del libro.

Per la cronaca 2: Tempo addietro si era ragionato su due altri libri di Ferrari:  qui (anima perduta) e qui (il sermone).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: