Pubblicato da: miclischi | 18 novembre 2014

Olympus XA: piccolo genio

Chiusa e aperta

Chiusa e aperta

Un’altra macchina fotografica salvata dalla pioggia al mercato delle pulci di Bruxelles in Place du Jeu de Balle. Pochi attimi prima che il venditore ricoprisse tutte le sue mercanzie con un telone impermeabile, la scatoletta della Olympus fu agguantata dal compratore il quale studiò, discusse, contrattò, e infine si aggiudicò il tutto (Olympus XA, flash, libretto di istruzioni e scatola originale ancorché leggermente danneggiata) a 7 (sette) Euro.

Il flash risultò poi non essere funzionante, ma che importa? Acquistate due pile a bottone e un rullo di tri-x 400, un’occasione ghiotta per scattare un rullo di foto urbane nella piovosa capitale d’Europa.

La macchinetta, pur nelle sue ridottissime dimensioni, è di uso comodissimo. Prima di tutto il telemetro a immagini sovrapposte che funziona benissimo, poi il sistema di esposizione a priorità di diaframmi con indicazione dei tempi nel mirino – previa impostazione manuale della sensibilità -, poi la levetta per le sovraesposizioni… insomma, un bel gioiellino portatile.

Sul fondalino: la filettatura per il cavalletto, il compartimento per le pile, il pulsantino per il rivvolgimentoo e il selettore: check delle pile, autoscatto e sovfraesposizione

Sul fondalino: la filettatura per il cavalletto, lo scompartimento per le pile, il pulsantino per il riavvolgimento e il selettore: check delle pile, autoscatto e sovraesposizione

E le foto? A parte qualche insidiosa riga di luce, probabilmente dovuta al fatto che l’apertura scorrevole è un po’ dura, e quindi può darsi che spingendola con forza per aprire o chiudere si faccia passare un po’ di luce dalla guarnizione del dorso, la resa ottica è davvero straordinaria.

Dal primo rullo scattato a Bruxelles

Dal primo rullo scattato a Bruxelles

Questa macchinetta della fine degli anni ottanta (di cui viene fornita una accurata descrizione qui, insieme a un confronto con la sorella minore XA2) rientra in quella gioiosa famiglia delle compatte Olympus con curiosa forma del frontalino “a uovo”, tanto da essere soprannominate “ovetti”.

Altre foto dallo stesso rullo

Altre foto dallo stesso rullo

Le specifiche tecniche: obiettivo a ottica fissa da 35 mm F-Zuiko 2.8; formato pieno 135, diaframmi da 2.8 a 22 più l’impostazione del flash (che – quando funziona – si innesta di fianco alla fotocamera con vite incorporata e si accende da solo quando si seleziona “flash” sul cursore. Grande poco più di un pacchetto di sigarette, questo apparecchio è davvero un piccolo compendio di tecnologia fotografica condensato in un volume piccolissimo (il peso dà una bella sensazione di solidità: 22o g).

La funzionalità è risultata ottima in tutti gli aspetti, tranne forse per la scarsa visibilità della lancetta che indica il tempo di otturazione (a sinistra nel mirino) in scarse condizioni di illuminazione. Inoltre lo scatto non funziona se viene premuto con troppa insistenza (anzi: scatta a scoppio ritardato!): deve essere quasi solo sfiorato, il che richiede un po’ di pratica per farci l’abitudine.

Un’altra disamina molto dettagliata di questa macchinetta tascabile (in italiano) si trova qui.

Tutte le foto qui presentate son stte scattate con Kodak Tri-x Pan 400 sviluppato in Ilford Microphen in soluzione stock. Lo scanner è un Epson Perfection V600 Photo.

Altre foto da quel rullo sono state pubblicate sull’album Picasa, qui.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: