Pubblicato da: miclischi | 29 aprile 2014

La Gabri, nel senso della Bencini 127

La variante con la "I" e scritte bianche su fondo nero

La variante con la “I” e scritte bianche su fondo nero

Nell’universo delle macchine fotografiche dell’industria italiana, la Bencini ha un posto di tutto riguardo. Come ben spiegato sul sito Storiadellafotografia, in  questo lungo e dettagliato post dedicato proprio alla macchinetta denominata Gabri, la ditta cambiò più volte denominazione, e all’epoca della produzione di questa box-camera, prima della seconda guerra mondiale, si chiamava CMF (Costruzione Macchine Fotografiche), come è del resto ben visibile sul frontalino dell’apparecchio. Oltre al post citato, è interessante consultare la scheda molto completa di Donato Consonni (qui) che comprende tutte le numerose varianti della Gabri/Gabry/Gabrj,
E anche il Malavolti (Le Bencini), naturalmente, dedica una scheda a questo apparecchietto. Nessuno, tuttavia, spiega il perché di quella N. che precede il nome Gabri.

Ottica fissa (75 mm), tempo fisso (1/30, oppure B), messa a fuoco fissa, insomma una configurazione abbastanza comune nelle box-camera di quei tempi. C’è tuttavia una piccola trovata ingegneristica, che consiste nella possibilità di ruotare il mirino, in modo da poter scattare foto in formato orizzontale (la configurazione standard è per foto verticali in formato 4 x 6). Con un rullo 127 si scattano 8 foto.

I siti citati contengono numerose informazioni sulle caratteristiche tecniche e sulle varianti di questa macchinetta.

Il mirino in posizione orizzontale non è proprio "orizzontale"

Il mirino in posizione orizzontale non è proprio “orizzontale”

E la prova pratica? Fu scattato un rullo in una giornata di campagna soleggiata e ventosa. Gli scatti sono visionabili qui. E’ piacevole maneggiare questa scatolina e lo scatto, essendo assai sensibile, non provoca immagini mosse nonostante il movimento della levetta e il tempo di otturazione basso. Il mirino in posizione orizzontale non è molto funzionale, anche perché in questa specifica Gabri non è perfettamente in linea. E comunque il mirino è proprio il punto debole di questo apparecchietto: la visione è abbastanza approssimativa, complice anche la vetustà.

E' visibile la finestrella rossa sul dorso per seguire l'avanzamento della pellicoa

E’ visibile la finestrella rossa sul dorso per seguire l’avanzamento della pellicola

Uno degli scatti di prova con la Gabri. La persona a destra è stata accidentamente tagliata, complice la visione approssimativa nel mirino

Uno degli scatti di prova con la Gabri. La persona a destra è stata accidentamente tagliata, complice la visione approssimativa nel mirino

 

 


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: