Pubblicato da: miclischi | 25 aprile 2014

Patxi Andión tradotto da Cippi PItschen

Cippi fotografa le cave di Colonnata, 1986

Cippi fotografa le cave di Colonnata, 1986

Nei dolorosi giorni della scomparsa di Cippi Pitschen – son già passati oltre quattro anni – si pensò “naturalmente” a una canzone di marinai per accompagnare poche parole di commiato (qui).

In quella occasione si raccontò che il Cippi, fra le tante, innumerevoli idee che gli pullulavano in testa, ebbe anche quella di mettersi a tradurre alcune canzoni del cantautore basco Patxi Andión

In quel post si annunciò anche che forse, un giorno o l’altro, sarebbero saltate fuori quelle paginette sbiadite della sua macchina da scrivere elettrica.

Ecco, proprio in questa timida primavera del 2014 quelle pagine sono ricomparse. Manco a farlo apposta, da una cartellina intitolata “MUSICA – TESTI”.

Ed eccola qui  – tra le nove canzoni trascritte su cinque paginette sbiadite – la traduzione cippiana del capolavoro del cantautore così amato:  Con toda la mar detrás:

Solo lui ha il diritto di dar del tu al mare
l’hanno partorito mare in dentro e gli è restato il sale
leccandogli le origini, insegnandogli il canto
che interpreta in coperta il furore della tempesta.
36 e con lui 37 che uscirono in mare
una mattina di marzo poco prima dell’alba
lavoratori dell’acqua che non si sanno insabbiare
mascolini come il vento, patinati di tempeste
guardateli che vanno, guardateli che vanno
quelli che in terra ferma non sano andare
che bevon vino e non sanno nuotare
perché al destino non piacque insegnargli.
guardateli bene, guardateli bene
son 37 e prima eran cento
sono orgogliosi, son gente di fede
eran pescatori prima di nascere.
si alzò la tempesta, senza volerli avvisare
e alle bocche del golfo cominciarono a far acqua
il pilota è ubriaco, lo devono legare
e naufragarono piano, come cercando di aspettare
solo il pilota è rimasto per poterlo raccontare
e da quel giorno, ubriaco, non esce più in mare
e non c’è abbastanza vino per comprargli la sete,
cerca un boia amico, ma nessuno lo vuole essere
guardatelo che va, guardatelo che va
colui che non sa andare in terra ferma
che beve vino e non sa nuotare
perché al destino non piacque insegnargli
guardatelo bene, guardatelo bene
eran 37 ed ora resta solo lui
è orgoglioso, è un uomo di fede
era pescatore prima di nascere

che nessuno alzi un bicchiere
che nessuno osi parlare
che sta passando un marinaio
che sta passando un ubriaco
con tutto il mare dietro….

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: