Pubblicato da: miclischi | 15 febbraio 2014

Seconda Cronaca: sul primo numero c’è una piccola perla

Il primo numero è uscito in Febbraio 2014

Il primo numero è uscito in Febbraio 2014

Pochi giorni dopo la scoppiettante comparsa in rete del nuovo poliedrico quotidiano pisano online, Pagina Q, arriva – in edicola, o meglio solo in alcune edicole e librerie in città – anche un mensile cartaceo, Seconda Cronaca. Un bel momento di fioritura per l’informazione a Pisa.

Seconda Cronaca si presenta nel suo primo numero – dodici pagine in formato A4 – con una copertina che lascia temere una certa qual autoreferenzialità: la foto a tutta pagina raffigura un uomo barbuto davanti alla stazione ferroviaria. L’uomo tiene in mano appunto la rivista, che raffigura una foto che raffigura la stazione. Che sia un messaggio per dire che la rivista parla di se stessa? O che contiene la realtà? Mah, un incipit non incoraggiante.

La rivista comincia con la presentazione del progetto e dei suo quattro autori/attori (Simone Rossi, Sandro Noto, Franco Farina e Antonio Petrolino). Le foto sono di Francesco Cuzzola e la grafica di Matteo Parlanti. L’editore e direttore, Sandro Noto, annuncia l’intento monografico di ogni numero (questa prima uscita si intitola Storie di andata e ritorno). Ogni storia come il capitolo di un libro, dice il direttore, nel lodevole intento di presentare un prodotto decisamente innovativo nel panorama della stampa periodica pisana.

Questo primo numero contiene cinque articoli / racconti / cronache.  Ciascun pezzo corredato di fotografie. Un po’ altalenanti come piacevolezza di lettura e come contenuti. Ma…

La ferrovia della Garfagnana fotografata dal Ponte del Diavolo con la Falcon 127

La ferrovia della Garfagnana fotografata dal Ponte del Diavolo con la Falcon 127

C’è una perla sfavillante che da sola vale tutta la rivista. Una lettura talmente appagante che è da annoverarsi fra le migliori di questo inizio 2014.

Antonio Petrolino racconta in modo efficacissimo la storia di una specie in via di estinzione: quella dei ferrovieri che continuano da anni a percorrere in su e in giù la Garfagnana sulla linea Pisa – Piazza al Serchio.  Il capotreno dorme alla numero nove è un piccolo capolavoro narrativo e giornalistico. Due pagine, due foto molto eloquenti, uno stile in prima persona in perfetto equilibrio fra il confidenziale e l’asettico; immagini, immagini, tantissime immagini efficaci in queste righe straordinarie.

Questo sì che è un buon inizio. E il lettore, non del tutto soddisfatto del prodotto nell’insieme, aspetta già di leggere questo autore – e gli altri – sul numero due.

E magari anche qualche nuovo articolo che riesca a catturare davvero il lettore, come questo di Petrolino sul numero 1: freschezza, freschezza, freschezza!

Per la cronaca 1:  La rivista costa 3 euro e si può trovare in alcune edicole e librerie del centro cittadino (sul sito della rivista c’è la mappa).

Per la cronaca 2Il sito web della rivista: va bene che la sfida lanciata dagli autori/editori è proprio quella di tornare al cartaceo proprio in un momento in cui anche le testate storiche migrano sul web; ma questo sito web, davvero, colpisce soprattutto per l’assenza di contenuti… Ah già, c’è la pagina facebook. Ma quel sito vuoto mette un po’ di tristezza.

Annunci

Responses

  1. dal Madagascar: ho portato una copia della rivista qui, dopo averla letta in Italia, qui assume tutto un altro sapore… Sono d’accordo con te, “il capotreno dorme alla numero 9” è quello che uno si aspetta da una “seconda cronaca”. E letto da qui, quel sapore è confermato! Tanto per adottare il tuo stesso stile: Per la cronaca anche qui ho trovato una ferrovia che attraversa Antananarivo, dove un tempo passava un treno e un albergo dismesso proprio accanto alla stazione. Adesso in quell’albergo senza tetto la gente fa a pugni la sera per prendere qualche metro per dormire e lungo la ferrovia, da una parte il mercato, dall’altra una fogna a cielo aperto.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: