Pubblicato da: miclischi | 5 marzo 2013

La Kienerk se ne è andata

Giorgio Kienerk, “Ritratto di Vittoria con il cappello”, 1934

Giorgio Kienerk, “Ritratto di Vittoria con il cappello”, 1934

Vittoria Kienerk (Firenze, 1920 – Pisa, 2013).

Indimenticabile professoressa di Storia dell’arte al Liceo Classico Galilei di Pisa. Indimenticabile perché anticonformista, ironica, esigente, curiosa, insofferente.

Indimenticabile anche perché quando, durante una sua lezione, il Migliardi cercava di ascoltare su una radiolina a pile le notizie sulle materie che sarebbero state estratte per gli imminenti esami di maturità, la Prof. lo scoprì, e lo apostrofò con una frase perentoria che sarebbe entrata in modo indelebile negli annali dell’aneddotica liceale: Senta, cretino, spenga subito quel marchingegno!

Per la cronaca 1: Il Museo Kienerk, frutto di una donazione della Professoressa al Comune di Fauglia (Pisa), viene presentato qui.

Per la cronaca 2: Il Museo è intitolato a Giorgio Kienerk, padre della Prof. UN profilo dell’artista si trova qui.

Annunci

Responses

  1. “Senta, cretino, spenga subito quel marchingegno!”
    Dopo questo, solo il silenzio immagino…

  2. bei tempi quando si poteva dire a uno studente cretino che era un cretino
    Brava Vİttoria!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: