Pubblicato da: miclischi | 8 marzo 2012

Da Dick Tracy alla Sprocket Rocket: la Falcon Miniature

Falcon Miniature

La storia di Jack Galter, figlio di ebrei russi emigrati a Chicago, sembra una parabola dei variegati successi ottenibili nel Nuovo Mondo. Batterista jazz dall’età di 16 anni (così racconta la sua ricca pagina di Camera-wiki), dopo la carriera musicale di un certo successo, cominciò a dedicarsi alle invenzioni, al design, ai brevetti. Portachiavi, accendini, fanali di bicicletta, orologi e, infine, macchine fotografiche.

Dalla fine degli anni ’30 del ‘900 cominciò a sfornare modelli in bakelite, commercializzati da varie imprese fotografiche. La prima, a quanto pare, fu la Falcon Rocket, ma l’inventore si dedicò anche a progettare otturatori e sistemi di sincronizzazione con il flash. Sempre di quel periodo c’è anche la Falcon Miniature,  prodotta in varie versioni dalla Utility Manufacturing Company di New York. Il nome miniature derivava dal fatto che era un apparecchio 127 mezzo formato, cioè in grado di fornire 16 fotogrammi in formato 3×4 cm.

La versione rossa della Dick Tracy

Una delle versioni di questa macchinetta di plastica di Jack Galter fu personalizzata dalla Seymour di Chicago con il nome e l’immagine del detective Dick Tracy, popolarissimo personagggio dei fumetti di Chester Gould.

In epoca molto più recente – siamo nel 2010 – il design di Jack Galter è stato rivitalizzato e rilanciato su vasta scala dalla Lomography Society International con macchina lomografica Sprocket Rocket: una Falcon allungata per ottenere fotografie panoramiche, e concepita per impressionare la pellicola 35 mm anche nell’area occupata dalle perforazioni.

Settant'anni di distanza fra la Sprocket Rocket e la Falcon Miniature

E la prova della Falcon miniature? Un po’ difficoltosa perché questo apparecchietto trovato su ebay ha qualche difettuccio: in primis manca la lente posteriore del mirino, per cui si ottiene una specie di effetto cannocchiale che inquadra un campo molto più ristretto di quello dell’obiettivo 50mm; inoltre la levetta di scatto è alquanto duretta e dopo lo scatto deve essere riportata manualmente in posizione. Poco male, dopo una pulitina all’obiettivo e il caricamento della pellicola (una Efke 100) inizia la serie di scatti. Non c’è regolazione di distanza, e l’unica scelta è quella fra il tempo istantaneo o di posa. Il manuale d’istruzioni della Falcon Miniature (disponibile qui) indica che il tempo di otturazione è 1/25, il che pare per lo meno strano, perché con tutti gli smanaccamenti sulla levetta dello scatto, con quel tempo sarebbero venute immagini certamente tutte mosse.

Qui non si pone il problema dello sfrangiamento dell'immagine allontanandosi dal centro...

Alla fine le foto risultano un po’ offuscate, specialmente quando ci si allontana dal centro del fotogramma. Ciò non toglie che le immagini scattate con questa macchinetta di plastica di settant’anni fa abbiano un impagabile sapore vintage, e che alla fine si possano perdonare alla Falcon Miniature quasi tutti i suoi difettucci. Le foto qui presentate sono state scattate con pellicola Efke 100, sviluppate con Fomadon R09 in diluizione 1+25 e scansionate con Epson Perfection V600 Photo. Certo, che se uno vuole assaporare il piacere di scattare con una macchina disegnata da Jack Galter, può forse dedicarsi con migliori risultati alla Sprocket Rocket. Qui ci sono alcuni scatti realizzati da Tsaramaso con quella macchina panoramica.

La ferrovia sotto il Ponte del Diavolo

Duomo di Barga da Casa Cordati

Tetti di Barga

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: