Pubblicato da: miclischi | 26 marzo 2011

Il vecchio PCI ritorna a Livorno 90 anni dopo

una collezione di tessere del partito in mostra

Dopo Roma, Livorno. La mostra itinerante dal titolo Avanti popolo torna alla città dove tutto ebbe origine nel 1921. Grande ricchezza di materiali tantissimi filmati, fotografie, manifesti e documenti d’epoche antiche e recenti. Una delle guardie all’ingresso, antica reminiscenza dei servizi d’ordine alle Feste dell’Unità, rivela che a Roma ha sgamato un signore che è andato a vedere la mostra, a piccole dosi, almeno trenta volte. Insomma, per volersera vedere tutta ci vogliono davvero più visite, a meno di non volerci passare tutta la giornata.

Questo slideshow richiede JavaScript.

ai bottini dell'olio

Ma c’è una mostra nella mostra, almeno a Livorno: i visitatori, specie quelli di una certa età, che inevitabilmente ricordano e rimpiangono. C’è il signore corpulento con la  maglia verdolina costellata di innumerevoli falciemartello, i capannelli di omìni che si ritrovano come fossero ripiombati qualche decennio indietro a un picchetto o a una manifestazione di piazza – sembrerebbe che stiano per spuntare da qualche parte dei volantini…; insomma c’è una grande atmosfera di rimembranza.

Un pezzo di storia della sinistra (quando c’era la sinistra) e d’Italia raccontato molto riccamente. Dicono gli organizzatori che questa non è la replica della mostra romana, ma la sua rivisitazione in chiave toscana e soprattutto livornese. E infatti abbondano i documenti e i reperti storici locali.

Per i nostalgici e/o gli entusiasti c’è anche un banchetto di gadget e merchandising, dalla borsa di tela con il primo simbolo del 1921 ai bloc notes con grafica della propaganda comunista antica e meno antica, manifesti, riproduzioni, etc.

C’è anche, e merita davvero uno sguardo, il registro dei visitatori. C’è chi laconicamente mette le firma e via, c’è chi scrive slogan, c’è chi dice la sua sui tempi andati e sulle idee che furono. Anche quella, nel suo piccolo, è una visita nella visita.  Anche su quelle pagine scritte di fretta è molto presente un sentimento diffuso di nostalgia.

La mostra è stata inaugurata Sabato 26 Marzo e rimarrà aperta fino al 10 Aprile. Il luogo: I Bottini dell’olio, nel quartiere Venezia di Livorno, che una visitina ci sta sempre bene. La mostra è aperta tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00.

Livorno = Venezia = fossi = riflessi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: