Pubblicato da: miclischi | 15 novembre 2010

Urlo, poesia e film

 

Allen Ginsberg a Rapallo. Foto di Cippi Pitschen (dalla sua galleria di Facebook)

 

A pensarci bene non deve essere stato poi tanto facile. Fare un film nel corso del quale, in un verso o nell’altro (!), si riesce a declamare tutta la lunga, lunghissima ed articolata poesia Urlo di Allen Ginsberg. E ricostruirne il contorni, fin nei luoghi, nelle immagini, nei personaggi nella musica… e nelle allucinazioni. Eppure il film omonimo di Rob Epstein e Jeffrey Friedman ci riesce bene. Anche perché dove l’immagine filmica non può arrivare arrivano le animazioni allucinate eppure iperrealiste di Eric Drooker. Insomma un esperimento ben riuscito, un gran mescolone di generi e di tecniche (anche l’uso alternato del bianco e nero e del colore rende molto bene), con salti dall’intervista ad personam al processo per oscenità, alle ricostruzioni d’ambiente, alle animazioni. Insomma, un film che riesce a catturare l’attenzione e che lascia alla fine contenti e curiosi. Contenti della visione intensa e della ricostruzione accurata e credibile (meglio nella versione originale che in quella doppiata), curiosi si andare a rispolverare qualche vecchio volume dagli scaffali della libreria, o fare qualche ricerca su Internet, per trovare ad esempio  la poesia recitata dall’autore su youtube.

I saw the best minds of my generation destroyed by madness, starving hysterical naked,
dragging themselves through the negro streets at dawn looking for an angry fix,
angelheaded hipsters burning for the ancient heavenly connection to the starry dynamo in the machinery of night,
who poverty and tatters and hollow-eyed and high sat up smoking in the supernatural darkness of cold-water flats floating across the tops of cities contemplating jazz, …

E via così, come parole e versi che si rincorrono e si esaltano, si intristiscono, si intrigano e si risolvono. E’ molto efficacie, James Franco, a rendere la nonchalance del personaggio Ginsberg, e al tempo stesso la sua energia, la forza della sua idea del fare poesia. Insomma, via, un film ben ideato e ben realizzato.

E poi, avendolo già visto, il film potrebbe anche prendere un altro aspetto, quello della lunghissima attesa dei titoli di coda e dell’ultimissima sequenza…

Urlo (Howl)

REGIA e SCENEGGIATURA: Rob Epstein, Jeffrey Friedman

ATTORI: James Franco, Todd Rotondi, Jon Prescott, Aaron Tveit, David Strathairn, Jon Hamm, Bob Balaban, Mary-Louise Parker, Treat Williams, Alessandro Nivola, Jeff Daniels, Allen Ginsberg.

FOTOGRAFIA: Edward Lachman

MONTAGGIO: Jake Pushinsky

MUSICHE: Carter Burwell

PRODUZIONE: Werc Werk Works, RabbitBandini Productions, Telling Pictures, Radiant Cool

DISTRIBUZIONE: Fandango

PAESE: USA 2010

DURATA: 90 Min

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: