Pubblicato da: miclischi | 17 ottobre 2010

Anne Frank abita a Pisa fino al 30 novembre 2010

Lo spazio SMS (San Michele degli Scalzi) alle Piagge è uno spazio straordinario. Un luogo che a Pisa mancava e che si presta a vari tipi di manifestazioni: mostre, conferenze, eventi all’aperto e al chiuso, insomma uno spazio espositivo ben ideato e ben realizzato.

Fino al 30 Novembre allo spazio SMS c’è la mostra Anne Frank, una storia attuale. Una trentina di pannelli stretti e lunghi con brevi testi, oppure estratti dal famoso Diario, fotografie.

La storia di Anne Frank è nota: una famiglia tedesca scappa in Olanda per sfuggire alle persecuzioni antisemite, ma dopo l’invasione tedesca dei Paesi Bassi la vita diviene difficile anche lì: alla fine, nel 1942, tutta la famiglia (i genitori le due figlie Anne e Margot di 13 e 16 anni) si rifugiano in un nascondiglio ricavato nel locali di un’azienda – rifugio segreto di cui i dipendenti sono ignari. Passano lì oltre due anni fino a quando, in seguito a una denuncia anonima, i quattro sono prelevati dalla Gestapo per essere avviati ai campi di stermino. Solo il padre di Anne, alla fine, sopravviverà. Durante la sue lunghe giornate nel nascondiglio Anne scrisse un diario che fu ritrovato dopo la fine della guerra. Un diario nel quale racconta la sua vita quotidiana di clandestina, ma anche le sue, idee, le sue aspirazioni, le sue riflessioni sui temi più disparati, personali o universali che siano.

La mostra in esposizione a Pisa (una produzione della Casa-museo di Anne Frank a Amsterdam) è riuscitissima. Riesce in poche, essenziali parole a raccontare queste tre storie sovrapposte: lo sfondo dell’ascesa del nazismo e la seconda guerra mondiale; le vicende private della famiglia Frank prima, durante e dopo la clandestinità; e infine la prosa profonda e convincente dell’adolescente Anne.

L’allestimento è stato fatto proprio per permettere la sovrapposizione di questi tre strati, lungo un percorso non troppo lungo (sono solo una trentina di pannelli), con testimonianze scritte giustamente brevi e fotografie molto eloquenti. Si innestano qua e là frammenti del diario di Anne (avrebbe aspirato a diventare giornalista o scrittrice) che rivelano una grande maturità. Forse, davvero, avrebbe potuto diventare una grande scrittrice.

Quante volte sono riproposti in TV, o al cinema, o sui giornali i temi dell’olocausto, dei campi di sterminio, delle discriminazioni razziali? Eppure – per fortuna – non ci si fa mai l’abitudine, e questa mostra su Anne Frank distribuisce qua e là anche qualche bel pugno nello stomaco, tanto per risvegliare un po’ le coscienze, casomai ce ne fosse bisogno.

L’esposizione si chiama Una storia attuale; infatti gli ultimi pannelli sono dedicati alle discriminazioni razziali e alle violazioni dei diritti umani tuttora esistenti in varie parti del mondo, ed anche al tentativo – abbastanza infruttuoso – di far risolvere queste situazioni alle Nazioni Unite.

La mostra (ingresso gratuito)  è aperta tutti i giorni con orario dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.  Lo spazio SMS si trova sul Viale delle Piagge, accanto alla chiesa di San Michele degli Scalzi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: