Pubblicato da: miclischi | 23 settembre 2010

Paolini e Galileo: un connubio non riuscito

Dal sito web dello spettacolo

Marco Paolini è bravissimo. Ha affascinato per anni platee di spettatori attenti e quasi ipnotizzati schidionando liste di eventi, persone, date, cifre, insomma roba che se uno non la sa raccontare rischia di risultare per lo meno pallosa. E invece no: ha sempre saputo come catturare l’attenzione e come creare un filo narrativo attraverso le fonti, le citazioni, i dati. Fino a quella sera di fine estate, con luna quasi piena, nel Giardino Scotto a Pisa. Lo spettacolo si chiamava ITIS Galileo ed era il 22 settembre 2010.

Già suscitano diffidenza (sacrosanta diffidenza) gli artisti che prima di cominciare si giustificano. E questo non è uno spettacolo, è ancora uno studio per uno spettacolo. E sul palco non ci salgo perché se no sancirei che è uno spettacolo vero, eccetera, eccetera. Poi comincia davvero, il non-spettacolo, e il pubblico si ritrova con un Paolini quasi irriconoscibile: che balbetta e si impappina, s’incasina con nomi, luoghi e date… insomma come se gli fosse venuta meno la sua dote principale che ha espresso così tante volte in così tanti spettacoli: convincere il pubblico che quel che sta dicendo è bellissimo e interessantissimo.

Non sale sul palco, Paolini, e quindi il 92,4% del pubblico non lo vede; a volte la testa, a volte il gesticolare… Ma togliete a Paolini la sua mimica e la sua gestualità e quel che dice perde gran parte del suo interesse. Ahimé, questo ITIS a tratti risulta addirittura noioso. Roba da sbadigli, quasi quasi anche da pisolino.

Peccato. La cornice era ideale, nella città galileana per eccellenza, a un passo dal liceo Galilei e dal Lungarno Galilei, dalla casa di Galileo… Forse un giorno questo diventerà uno spettacolo vero.  C’è da scommetterci. Ma perché fino ad allora Paolini non fa le prove da solo a casa? Magari con qualche amico, o davanti allo specchio, o con solo i parenti più stretti?

La prossima volta vorremmo che si presentasse al pubblico (pagante e ben disposto a raffreddarsi sotto la guazza del Giardino Scotto per vederlo) con uno spettacolo vero.

Annunci

Responses

  1. […] approfondire consulta articolo originale:  Paolini e Galileo: un connubio non riuscito « Enez Vaz Articoli correlati: Itis Galileo Teatro Bonci […]

  2. …Perché un narratore non esce da casa, dove ha provato da solo, con un pacchetto pronto. Un narratore deve giocarsela prima col pubblico prima di mettersi ufficialmente davanti ad un PUBBLICO. E’ così che ha sempre lavorato Paolini. Sin da prima del Vajont. Certo, forse sarebbe stato meglio se il primo pubblico non fosse stato pagante, se il primo pubblico avesse potuto dire la sua dopo aver mostrato il suo “studio”. Ma dopo il Vajont, Paolini è diventato Paolini in un’Italia in cui i narratori sono rimasti in pochi. E Pisa in particolare si fida di lui per mettergli in bocca la storia di Galileo e si fida di un pubblico pagante nella guazza ad ascoltarlo.
    Fatto sta, che ieri era serata-no.
    Per certi versi, Paolini ci ha stupito anche stavolta.

  3. Primo pubblico?!? Alla grazia del primo pubblico: direi piuttosto ennesimo! Da qui (http://www.jolefilm.it/files/index.cfm?id_rst=120&id_elm=974) risulta che ce ne sono stati un bel po’, di “primi pubblici”!

  4. solo una piccola annotazione: primo, non nel senso di unico. Infatti stasera Livorno e chissà quante altre date prima del finale…Come direbbe un Maestro giapponese “mentre cercando, trovando”.
    Paolini ieri sera era un po’ come il cantastorie di “notte fatale” di Ben Jelloun, aveva le pietre in bocca.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: