Pubblicato da: miclischi | 27 febbraio 2010

He was in no humour for Italy.

E. M. Forster è noto forse soprattutto per il successo internazionale di due film tratti da suoi romanzi: Camera con vista e Passaggio in India.

Il suo primo romanzo, del 1905, è forse meno noto (anche se anche da quello fu tratto un film), ma Where Angels Fear to Tread costituisce, anche oltre un secolo dopo la sua uscita, una lettura gustosissima. Uno di quei libri che mentre uno lo legge ogni tanto anza lo sguardo verso il nulla ed esclama (o pensa): Fantastico!

Cosa c’è di fantastico in questo romanzo che ripercorre il filone trito e ritrito degli entusiasmi suscitati dall’Italia (arte, cultura, paesaggio, clima, gente…) nei viaggiatori nordeuropei dell’ottocento-inizio-novecento? C’è una straordinariamente ben riuscita mistura fra gli stereotipi sull’Italia e sugli italiani, e l’ironia con la quale l’autore sottolinea qua e là proprio quegli stereotipi.

La storiella è un mistone di commedia, tragedia, farsa, romanzo di viaggio, melodramma, telenovela, il tutto condito dalla proverbiale flemma dei personaggi inglesi. Il valore sta proprio nei lampi con cui compaiono i commenti dei personaggi, una specie di storia nella storia, di cui ecco qui un parziale florilegio:

[Italy] may be full of beautiful pictures and churches, but we cannot judge a country by anything but its men.

She will get nothing out of Italy without paying.

[Italy] : a country that’s upset people from the beginning of the world.

Such people as observed him were interested, but did not conclude that he was mad. This aftermath of conversation is not unknown in Italy.

There is something majestic in the bad taste of Italy.

The Italians are essentially dramatic: they look on death and love as spectacles.

Ma la frase forse più riuscita è quella nella scena del gentiluomo inglese che scende furibondo dal treno in una stazioncina della campagna toscana  dove è venuto fin dall’Inghilterra a recuperare la cognata scapestrata. Si accorge che il facchino che doveva portargli  il bagaglio è troppo impegnato a giocare a rincorrersi con la guardia della stazione. La frase successiva sancisce lapidariamente lo stato d’animo del personaggio : He was in no humour for Italy. Questa frase riassume tutto: l’Italia considerata come playground infantile, un luogo dove i seriosi nordeuropei possono solo venire a svagarsi.

Per la cronaca 1: Il libro è stato tradotto in italiano con il titolo di Monteriano, dal nome di fantasia del villaggio toscano in cui si svolge la vicenda (largamente ispirato a San Gimignano). Il romanzo singolo pare sia fuori catalogo, ma lo si trova nel volumone dei Meridiani Mondadori che raccoglie tutti i romanzi.

Per la cronaca 2: Il titolo Inglese è la seconda parte di una citazione che al completo sarebbe: For fools rush in where angels fear to tread. Per tutte le citazioni, connessioni, usi in discorsi ufficiali e in musica di queste parole (la prima parte o la seconda parte della frase) vedasi l’estesissima voce di wikipedia.

Per la cronaca 3: Oltre a varie gamenità sull’Italia e sugli italiani visti dai visitatori inglesi, il libro è in realtà pieno zeppo di poetiche ed intense descrizioni di atmosfera, di paesaggio, di sensazione toscana. Una perla fra le tante: … the endless rows of olives, regular yet mysterious…

Annunci

Responses

  1. […] del sud è invece assolutamente serio per i lettori d’oltremanica? Se ne ragionava tempo fa qui a proposito di un romanzo di E. M. Forster; ma potente e irresistibile il tema si ripropone con […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: