Pubblicato da: miclischi | 2 novembre 2009

Amenità cimiteriali

lapide 22 novembre, ricorrono i morti. A volte si va al cimitero a trovare i parenti. A volte ci si accompagnano altri parenti. Insomma ci si va. Luoghi curiosi, i cimiteri. Apparentemente luoghi di triste compostezza, possono fornire invece spunti di ilarità. Un modo come un altro per ridergli in faccia, alla morte.

Ecco alcune categorie di amenità cimiteriale.

1. architetture ardite e iconografie bizzarre. Ci sono i cippi e i monumenti, alcuni decisamente interessanti, altri curiosi, altri fuori luogo e soprattutto fuori tempo. C’è poi la foto dell’anziano che sorridendo fa la zuppetta nel bicchierino di plastica del caffé con la brioscia in mano. La avranno messa apposta o non ne avevano altre? Meglio quella, di sicuro, delle tante foto di neonati morti, nel senso di fotografati già da morti.

2. le virtù del caro estinto. Moglie virtuosa, amico caro, figlio coraggioso, eccetera eccetera. Ma quest’anno c’è una virtù che le batte tutte: DI INDOLE PIEGHEVOLE.

3. I refusi lapidari. Succede, può succedere. Scancellare e correggere sulla lapide di marmo può essere complicato. E l’errore rimane per saecola saeculorum. Fra i migliori: SEPPE EDUCARE I SUOI FIGLI ALL’AMORE, ALL’AVORO E ALL’ONESTA’.

lapide 14: I misteri. Certe volte resta difficile capire le circostanze in cui avvenne la dipartita del defunto. La revolverata: fu suicidio o omicidio? In terra toscana si dice tuttora “sono alla revolverata”, come si potrebbe dire “sono alla canna del gas”. Quindi forse fu suicidio. Ma il mistero da risolvere è in questa lapide che ricorda un giovane di anni 22 e mesi 10 morto nel 1864: RESTO’ COLPITO / DALLA MACCHINA DELLE PASTE / IN TEMPO / CHE SI GUADAGNAVA IL VIVERE.

Ricorrenze o non ricorrenze, una visita al camposanto può fornire tante idee, far scoprire qualche novità, far riaffiorare nomi antichi e desueti, e far fare anche qualche risatina (senza scomporsi troppo, ci mancherebbe).

Annunci

Responses

  1. Mi ricordo cimitero di Copenhagen, c’erano lapidi di tutte le forme. Mi ricordo elefanti, cuori, e statue di omini inventato, tipo cartoni animati. Da schiantare dal ridere.
    Mi sa che l’errore di ortografia sulla mia ci starebbe bene. Tante belle a senz’acca dove invece ci vorrebbero.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: