Pubblicato da: miclischi | 2 agosto 2009

HIGHBEAM FERNLICHT #3

Danza d'ispirazione Fabriana (rassegna Envies Rhonements)

Danza d'ispirazione Fabriana (rassegna Envies Rhonements)

Arles. Una sosta necessaria e gradevole. Necessaria perché facendo base qui si possono fae giratine giornaliere o semi-giornaliere sia in cità che nei dintorni. Gradevole perché il Camping City è accogliente, tranquillo e ombroso, ed offre il consueto sdrenatissimo barrino con attrazioni musicali oltre cche gastronomiche.

Arles, una mototurista in visita notturna

Arles, una mototurista in visita notturna

Ma anche la città non è da meno, con le sue viuzze silenziose in cui è piacevole perdersi, e le innumerevoli iniziative ineressanti (degli “Incontri della Fotografia” si parlerà poi, ma anche il  ciclo di spettacoli gratuiti all’aperto “Envies Rhonements” non è male).

La salina di Giraud

La salina di Giraud

Dopo il necessario ambientamento, si parte: gran tour della Camargue. Zitti zitti ci si diluviano 240 km sulle stradine semideserte rombando discretamente con la vecchia Bé-Emme fra paduli, saline, sabbie e canali. Alle Saline di Giraud c’è una specie di villaggio-fantasma
, e si segnala il Bar des Sports, una specie di Casa del Popolo attorno alla quale seembra ruotare tutta l’esistenza del villaggio.

I bastioni di Aigues Mortes

I bastioni di Aigues Mortes

Accanto ci sono le saline, con i bacini colorati di diverse tonalità di rosa che si specchiano nel cielo blu.

La foce del Grande Rodano è un gran puttanaio, con centinaia di camper parcheggiati dappertutto sulla spiaggia. Alla foce del Piccolo Rodano c’invece il paesello intitolato alle Sante Marie del Mare (non sono le solite Marie: sono due sorelle del resuscitato Lazzaro che sono sbarcate qui nell 40 d.c. per evangelizzare queste coste). Sembra un po’ Tirrenia travestita da località scic. Ma è notevolissima la chiesa-fortezza con gli ex voto.

Le Salines du Midi

Le Salines du Midi

Aigues Mortes è una cittadina fortificata in mezzo al nulla (i paduli camarguesi). A prescindere dall’imponenza dei bastioni e dalla graziosità dellla cittadina che c’è dentro, stupisce e incanta proprio il fatto che intorno non ci sia stato costruito nulla.

Una mototurista fotografa le Salines du Midi

Una mototurista fotografa le Salines du Midi

Annunci

Responses

  1. Ciaoo Mik finalmente vedo il tuo blog…sarò una delle tue clienti, oltre a Sara naturalmente.
    Belle le foto…mi sembra che ve la stiate godendo di brutto, ma su questo non avevo dubbi. Aggiornando il blog, quasi in diretta, ci stai praticamente portando in giro con te e Dani.
    La moto ti sta dando delle soddisfazioni?
    Vi abbraccio. Buon continuo del vostro viaggio 🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: